Sterilizzazione

Sterilizzazione Animali Domestici

Sterilizzazione Animali Domestici

Ci sono vari motivi per cui può essere richiesta o consigliata la sterilizzazione di cani e gatti, vediamo di affrontarli insieme.
La sterilizzazione non fa diventare gli animali grassi o pigri (se non ci sono fattori predisponenti), non danneggia la loro salute, né cambia la loro personalità, come molti erroneamente pensano.
La sterilizzazione delle femmine non solo riduce lo stress e il malessere che vivono durante il periodo di calore, ma, se sterilizzate precocemente, riduce il rischio di tumore alle mammelle e infezioni all’utero.
E’ assolutamente erronea l’idea che un cane debba avere almeno una cucciolata nella sua vita per essere in salute.

Perché il gatto maschio urina sui muri?

Gatto maschio che urina sui muri

La sterilizzazione dei gatti maschi, ad esempio, li rende meno litigiosi per cui rischieranno di ferirsi meno nei combattimenti coi loro simili.
Gli animali domestici, sia che si tratti di un cane o di un gatto, di un maschio o di una femmina, pongono al loro proprietario il problema di una eventuale sterilizzazione.
Questo intervento (meno impegnativo nel caso dei maschi) evita la nascita di cuccioli indesiderati ed evita vi sia una popolazione in sovra numero di animali sessualmente attivi.
Vediamo come.
I gatti maschi marcano il proprio territorio con l’urina per tenere distanti eventuali competitori. Ciò risulta poco simpatico all’interno di un appartamento.

Gatti al primo calore

Gatti al primo calore

Le gatte in calore creano altri problemi miagolando giorno e notte arrecando notevole disturbo.

Questi interventi sono ormai di routine ma non possono essere fatti in qualsiasi momento: bisogna attendere che i cuccioli abbiano raggiunto i 6/ 7 mesi di età.
Un paio di giorni prima dell’operazione porta il tuo amico alla visita in ambulatorio per valutare che il suo stato di salute sia ottimale e, in base al peso e all’età, la giusta anestesia da praticare al momento della sterilizzazione.
Vi daremo anche tutte le istruzioni necessarie per preparare la bestiola all’intervento.
La raccomandazione principale è di lasciare a digiuno l’amico a quattro zampe per almeno otto-dodici ore prima della sterilizzazione.
Il quadrupede di casa vi guarderà con fare curioso ma è fondamentale ai fini dell’intervento.

Vi ricordo che la sterilizzazione previene l’abbandono di animali non voluti e la presenza di una sovra popolazione di animali nei canili e gattili che non possono essere adottati finquanto ci saranno sempre cuccioli disponibili.

Se conoscete persone interessate a prendere un cucciolo di cane o gatto, la cosa migliore è indirizzarli presso il canile più vicino.

DOMANDE PIU’ FREQUENTI:

  • QUANTO COSTA FAR STERILIZZARE UN GATTO O UN CANE?

Il costo è dato dal peso dell’animale e dalle sue condizioni di salute che decidono il tipo di anestesia da utilizzare e gli eventuali esami collaterali da aggiungere.
Rimane comunque un’ operazione che si fa una volta sola nella vita ed evita che in futuro abbiate spese aggiuntive dovute alle nascite future tra cibo, latte, crocchette, cuccette, ecografie, visite dal veterinario, esami ecc …

  • MA NON E’ MEGLIO CHE LA FEMMINA FACCIA ALMENO UNA CUCCIOLATA?

Non é provato scientificamente che sia piu’ sano per la femmina fare almeno una cucciolata.
Gatte e cagnoline sterilizzate da piccole senza aver mai fatto una cucciolata non risultano essere né piu’ malate, né piu’ depresse delle altre.
Anche perché da una parte parliamo di voler far fare all’animale un’esperienza “naturale” (la gravidanza), ma allo stesso tempo siamo pronti a toglierle il cucciolo dopo pochissime settimane, quando in natura resterebbero vicini per molto più tempo.
Anzi, se la cagnolina o gattina é troppo giovane, puo’ anche avere problemi fisici a partorire cosi presto, mentre invece recenti ricerche mostrano che prima si sterilizzano le micine e prima si riprendono meglio dall’operazione.

  • LA STERILIZZAZIONE FA MALE ALLA SALUTE: LI FA INGRASSARE ?

Come detto prima, alcuni ingrassano, altri no.
Sembra che il dato abbia più a che fare con l’alimentazione, con l’inclinazione alla sedentarietà e la razza. Il rischio di tumori alle ghiandole mammarie, di cancro uterino o ovarico diminuisce di molto DOPO la sterilizzazione o sparisce del tutto.
I maschi sterilizzati smettono di urinare per segnare il territorio, quelle pipi terribilmente odorose che danno fastidio per settimane.. Inoltre vanno meno in giro, litigano di meno con altri gatti rischiando meno incidenti per sé e per gli altri, perchè perdono di aggressività (anche se non del tutto).

  • CHE IMPATTO HA IL NON FARE STERILIZZARE UNA GATTA O UNA CAGNOLINA?

Il biologo Dr. Michael Stoskopf dell’Universita’ di Washington (http://cats.about.com/od/spayneuter/f/MultiplyingCats.htm) ha fatto il calcolo di quanti gattini nascono, si riproducono e sopravvivono nel giro di 7 anni da una gatta che NON venga sterilizzata da giovane:
IN 7 ANNI DAI 100 AI 400 NUOVI GATTI
Sono un numero molto elevato che ci inducono a pensare al loro futuro e alla loro sistemazione a vita in ricoveri come canili e gattili per proteggerli e tutelarli.

Consultaci per saperne di più o per avere un sostegno medico a fianco della tua decisione.

Leggi anche: Falsa gravidanza o pseudogravidanza